Archivia 21 Febbraio 2019

cineforum LGBT – omovies at home Napoli vol IV film di Daniele Sartori e Leonardo Goddinho

OFF 2018 date rainbow-02

OMOVIES@HOME  Cineforum di cinema omosessuale, transgender, questioning e + per il suo quarto appuntamento del 2019, lunedì 25 febbraio alle 21.00  parlerà dell’amore e della difficoltà di espressione dei sentimenti con il cortometraggio in programmazione L’appuntamento di Daniele Sartori, vincitore della terza edizione di OMOVIES Sartori,ha trionfato al festival di Napoli vincendo col suo film:

  • miglior corto,
  • attore,
  • sceneggiatura,
  • fotografia,
  • Premio Diritti Umani,
  • Premio Mediateca S. Sofia.

Il cineforum proseguirà poi con la proiezione di The World is Round I Refuge e The World is Round II The Kiss di Leandro Goddinho che, oltre a raccontare di una grande storia d’amore inserisce quest’ultima all’interno di un problema di forte attualità, la migrazione e tutte le difficoltà ad essa legate.

Programmazione

– L’appuntamento di Daniele Sartori
– The World is Round I Refuge
– The World is Round II The Kiss di Leandro Goddinho


OMOVIES @ HOME Cineforum of homosexual cinema, transgender, questioning and + for its fourth round of 2019, Monday, February 25, will talk about love and the difficulty in expressing feelings with the short film in programming The appointment of Daniele Sartori, winner of the third edition of OMOVIES Sartori, has triumphed at the Naples festival winning with his film:

best short,
actor,
film script,
photography,
Human Rights Award,
S. Sofia Media Library Award.
The film will then continue with the screening of The World is Round The Refuge and The World is Round II The Kiss by Leandro Goddinho that, in addition to telling a great love story, inserts the latter into a problem of strong topicality , migration and all the difficulties related to it.

Programming

– The appointment of Daniele Sartori
– The World is Round I Refuge
– The World is Round II The Kiss by Leandro Goddinho


 

appuntamento_daniele_sartori3L’ Appuntamento di Daniele Sartori.
Il corto rappresenta una voce originale ed interessante nella rosa dei cortometraggi in concorso. Il regista ha diretto con padronanza i bravissimi attori, e ci ha presentato una storia che, muovendosi in un ambito noir ricco di suspense, ha offerto una possibilità di riflessione allo spettatore. Infatti, realizza una messinscena che, pur lontana dalla pratica effettiva della psicoanalisi, ci svela come il vero oggetto del desiderio del protagonista non è quello che lui consapevolmente crede, ma quello che emerge dal suo inconscio. Questo film è apprezzabile anche perché, illustrando il problema del riconoscimento effettivo del proprioo desiderio, si inscrive appieno nel questioning, ambito cui il festival Omovies ha da sempre riservato un notevole spazio e che, allargandone i confini, lo ha distinto dagli altri festival di cinema gay.


The Appointment by Daniele Sartori.
The short represents an original and interesting voice in the short film of the short films in competition. The director has mastered the talented actors, and presented us with a story that, moving in a noir-rich noir environment, offered a chance for reflection to the spectator. In fact, he realizes a staging that, while far from the actual practice of psychoanalysis, reveals to us how the true object of the protagonist’s desire is not what he consciously believes, but what emerges from his unconscious. This film is also appreciable because, by illustrating the problem of the actual recognition of one’s own desire, it is fully inscribed in the questioning, an area where the Omovies festival has always reserved a considerable space and which, by widening its borders, has distinguished it from other film festivals gay.


 

The world is round so that nobody can hide in the corners” parte 1 e 2 Leandro Goddinho

Un documentario fondamentale perché affronta due problemi attuali e ancora irrisolti come l’immigrazione e l’accettazione dell’omosessualità in un paese come la Nigeria dove sia ancora legati al concetto arcaico della sessualità. Dal racconto particolare di un ragazzo africano, la riflessione si può estendere all’universale poiché questo problema riguarda tutto il monde. Da un punto di vista visivo, le scene sostengono la narrazione con immagine simboliche come può essere quella delle rotaie del treno che rappresentano il cammino del protagonista o questa piscina vuota usata come se fosse una discarica, simbolo dei detratti del’animo umano che ha subito tanto dolore.


 

Leonardo Goddinho: The World Is Round

A fundamental documentary because it addresses two current and still unresolved issues such as immigration and the acceptance of homosexuality in a country like Nigeria where it is still linked to the archaic concept of sexuality. From the particular story of an African boy, reflection can be extended to the universal because this problem concerns all the world. From a visual point of view, the scenes support the narration with a symbolic image as can be that of the train tracks that represent the path of the protagonist or this empty pool used as if it were a landfill, symbol of the detriment of the human soul that suffered so much pain.

 

 

Resize of Poster - The-world-is-round-so-that-nobody-can-hide-in-the-cornerspart-I_-Refuge

OMOVIES@HOME – Terzo appuntamento

LOGO OMOVIES

OMOVIES@HOME  Cineforum di cinema omosessuale, transgender, questioning e + parla del mondo delle donne per il terzo appuntamento del 2019 con due film in programmazione
Progammazione

El Mundo Entero di Julián Quintanilla
Finzione |30 | Mediometraggio| Spain | 2017

El casamiento di Sergio Rey e Víctor Quintero
Finzione | 25 | Mediometraggio | Spain |2017

Al  Rainbow Center Napoli in via Antonio Genovesi 36, alle 21.00 si parlerà di femminile nella terza giornata del Cineforum dedicata al mondo delle donne.

El Mundo Entero è stato premiato come Miglior Mediometraggio OMOVIES 2017

Come ogni anno, Julián visita sua madre defunta, La Chary, nel cimitero del villaggio. Durante questi incontri lei gli appare e loro fanno piani più o meno “insieme”. Ma quest’anno, Julián riceverà una richiesta molto speciale da sua madre che sorprenderà – il mondo intero.

Dirlo al mondo intero è il primo pensiero che spesso facciamo quando pensiamo di comunicare una bella notizia. Coming Out, questo film ha saputo raccontare in modo ironico e allo stesso tempo incisivo di quanto sia importante il sostegno delle famiglie e degli amici per una persona LGBT quando si trova ad affrontare “ Il Mondo Intero”. Una sceneggiatura articolata combinata con una fotografia semplice ed efficace che hanno saputo comunicare in modo attento il messaggio culturale e sociale. Il mondo intero è un film che ha avuto la capacità di trattare più argomenti insieme riuscendo perfettamente nella sintesi.

El casamiento racconta del giorno più importante nella vita di Suso e Ricard, il loro matrimonio. Il coronamento di un sogno d’amore avvenuto dopo molti anni di relazione. Ricard viene da una famiglia catalana di stirpe rancida, Suso da un’umile famiglia di La Mancha. Entrambe le loro famiglie sono felici del matrimonio tranne qualcuno: Adela, la nonna di Suso sarà presente alla cena ma ignara di partecipare al matrimonio di suo nipote

Vladimir Luxuria “Sono omofobi e codardi”

Ignobili!

Da madrina mi dà fastidio che mettano in mezzo il serio problema degli ospedali per mascherare la verità: a loro turba quel bacio. Sono omofobi e codardi

così risponde la madrina del festival ai gratuiti attacchi di un movimento politico ad un festival di cinema internazionale associato all’associazione dei festival cinematografici della campania #CFCC

per approfondimento clicca qui