SAVE DATE OMOVIES 12a ed

Torna a Napoli nel mese di dicembre il festival di cinema gay, lesbica, transgender, questioning #omovies #off12

Unico nel suo genere, con oltre 150 film divisi in documentari e fiction, ingresso GRATUITO

a pochi passi dalla stazione centrale e da via Tribunali.

disegno grafico #ValentinoAlterioTorres

Seguiteci sui nostri social

https://www.facebook.com/offlgbt/ 

https://www.instagram.com/omoviesfilmfestival/

 

Vladimir Luxuria “Sono omofobi e codardi”

Ignobili!

Da madrina mi dà fastidio che mettano in mezzo il serio problema degli ospedali per mascherare la verità: a loro turba quel bacio. Sono omofobi e codardi

così risponde la madrina del festival ai gratuiti attacchi di un movimento politico ad un festival di cinema internazionale associato all’associazione dei festival cinematografici della campania #CFCC

per approfondimento clicca qui 

Save Date #ilCineforun di # Omovies verso l’ 8 Marzo con i film gender più belli di #Omovies – Lo Spot

cineforum lesbico

 

 INVITO imperdibile #SAVE #DATE:
7 marzo h 19:00 – Napoli – via A. Genovesi 36

#ilCineforun di # Omovies verso l’ 8 Marzo con i film gender più belli di #Omovies .

Venite al #Rainbow #Center #Napoli a vedere storie, emozioni, amori di donne lesbiche.

FILM PER TUTTI, ma ti aspettiamo con mamma o con tua sorella.

Info 393 895 42 24 | Carlo
393 801 38 68 | Alessandra
081 780 22 77 dalle 10:00 alle 18:00

i Ken | Rainbow Center Napoli PJ Questa casa non è un Albergo

 

 

D&G, aiutateci a costruire una RAINBOW Film & Video Factory #MadeinNaples

cropped-IMG_0417-cc-1.png

08 Luglio , 17 : 29 (ANSA) – NAPOLI, 8 LUG

“Chiediamo a Stefano e a Domenico prima che a D&G, di dare un segnale forte sia a Napoli che alla comunità LGBT della quale siamo a servizio, di come possano sostenere attività culturali importanti come Omovies, il Festival di Cinema Omosessuale Transgender e Questioning“. Lo afferma in una nota Carlo Cremona presidente dall’associazione di promozione sociale i Ken che organizza la rassegna cinematografica a Napoli.

Cremona sottolinea:

i Ken – dice – è orgogliosa che due persone di successo come Stefano Gabbana e Domenico Dolce protagonisti di questa bella iniziativa che si svolge a Napoli per il marchio D&G, e noi diamo loro il benvenuto come comunità LGBT” Cremona invita di due stilisti, che in questi giorni sono a Napoli per celebrare il trentennale della loro maison, “a incontrarci e sostenere economicamente il Festival e una LGBTQ video factory delle produzioni innovative e delle culture delle differenze. Mettiamola a disposizione degli autori alle prime esperienze e che sono alla ricerca di produzioni”.

Il presidente di i Ken invita anche Dolce e Gabbana e Domenico a tornare a Napoli “il prossimo dicembre conoscere Omovies 2017 per rivedere insieme a Sofia Loren, “Una giornata particolare“.(ANSA). Y7W-CER/BOM

Leggi tutta la lettera qui

 

cropped-manifesto-web-fb-2.png

Conquista la tua poltronissima al #galà #OFF8 con un selfie!

Vinci il contest per un posto in prima fila per sabato 12 dicembre all’Istituto Francese Le Grenoble, per la serata conclusiva di Omovies Film Festival 8! Cerca i cartelloni del festival in giro per la città, fai un selfie e pubblicalo sui nostri social network #OFF8 #UnioniciviliORA @omovies_it.

manifesto omovies 6x3 1024

Maratona Cinema – I festival a Napoli

a settembre a dicembre 2015

Riparte la stagione dei festival di cinema a Napoli

foto conf. stampa cfccL’Assessorato alla Cultura e al Turismo è ancora una volta lieto di accompagnare e promuovere lo sforzo di coordinamento che i vari organizzatori continuano a portare avanti con passione e energia dopo la prima esperienza di rete dello scorso anno. Obiettivo comune è la diffusione della cultura cinematografica quale mezzo di conoscenza e approfondimento non solo artistico, ma anche sociale, antropologico, politico, di attualità, tramite opere che offrono nuovi sguardi e occasioni di riflessione tralasciate dai circuiti commerciali.
Da settembre a dicembre, in un’ideale maratona della durata di circa ottanta giorni, ci sarà un programma unico di eventi pur conservando ciascun festival la sua identità e cifra stilistica.
Inizia il Napoli Film Festival (XVII edizione), il 28 settembre, con un omaggio al regista dell’anno, il napoletano Mario Martone, organizzando  una serata incontro con il pubblico e una retrospettiva a lui dedicata. Previsti altri ospiti importanti quali il regista Francesco Munzi, e Marco Risi, Libero de Rienzo e Andrea Purgatori per ricordare il giornalista Giancarlo Siani a trent’anni dalla sua uccisione. Il NFF cederà idealmente la staffetta a Artecinema che inaugura la sua 20ª edizione il 22 ottobre al Teatro San Carlo con i film in prima nazionale Art War di Marco Wilms sull’arte dei graffiti come unico strumento di contestazione in Egitto, durante la primavera araba e il film Jeff Koons: Diary of a Seducer di Jill Nicholls attraverso
il quale si seguirà uno dei più controversi artisti del nostro tempo durante la preparazione delle recenti mostre al Whitney Museum di New York e al Centre Pompidou di Parigi.
Venezia a Napoli. Il cinema esteso si terrà dal 22 al 25 ottobre 2015.
La quinta edizione della rassegna cinematografica proporrà in numerose sale del capoluogo campano una selezione di film tra le opere presentate all’ultima Mostra Internazionale di arte cinematografica di Venezia. Cinematografie lontane, film in lingua originale, dialoghi con i protagonisti. Evento di punta, in esclusiva nazionale, la proiezione del film Rabin, the last day, del maestro israelianio Amos Gitai, il 2 ottobre alle 20.30 al Cinema Metropolitan, serata in collaborazione con il NFF; per l’occasione, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli consegnerà al regista un attestato di benemerenza.
Il Festival del Cinema dei Diritti Umani (VIII edizione) si svolgerà dal 9 al 14 novembre in vari luoghi della città per proporre, attraverso proiezioni, incontri e testimonianze, l’idea di “Napoli, Capitale dei Diritti Umani”, un obiettivo ambizioso che rende omaggio alla cinematografia dei popoli in cammino verso la democrazia.
Il Festival del cortometraggio ‘O Curt, dal 18 al 21 novembre, offrirà una finestra sul mondo del cinema breve con le sue cinque sezioni competitive e opere provenienti da tutti i continenti; il
meglio della produzione internazionale a cura degli Istituti di Cultura; ospite di quest’anno il regista culto Victor Erice.
OMOVIES il primo Festival LGBTQ (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender e Questioning) del Sud Italia, parla d’amore e delle sue differenze. L’aspetto originale è il Questioning, che vuol dire porsi domande riguardo un tema, elemento chiave di apertura e condivisione delle tematiche LGBT. Si svolgerà nel mese di dicembre, preceduto daOMOVIES@SCHOOL, rassegna  educational contro il bullismo.

continua la lettura sul sito del Comune di Napoli


MaratonaCinema_427x327_ok_bz

Per i ricercatori italiani di 3 università il Festival del cinema LGBTQi dell’Amore è

Washington DC 03/13/2015 09:06 GURT2015 Conference George Town

Alcuni ricercatori delle università del sud che hanno aderito al consorzio I-LAND hanno portato l’immensa mole di prodotti filmici di OMOVIES FILM FESTIVAL all’attenzione dei ricercatori e studiosi al convegno internazionale su diversity ad superdiversity durante il GURT2015.
Questa esperienza restituisce lustro ai tanti ed alle tante che hanno lavorato in questi anni al successo del nostro film festival (dichiarano Carlo Cremona e Marco Taglialatela ideatori del festival) che ha a sempre coltivato l’ambizione ad essere un luogo della cultura ed una palestra per il progresso dei diritti umani. Al Gurt2015 hanno relazionato i proff.: Giuseppe Balirano (Università degli Studi di Napoli l’Orientale) con Francesca Vigo (Università di Catania), Cristina Nisco Università degli Studi di Napoli l’Orientale) con Marco Venuti (Università di Catania) e Laura Tommaso (Università del Molise) e Stefania Rimini (Università di Catania). Sono stati illustrati i risultati delle ricerche e le riflessioni culturali e sociolinguistiche
che ne discendono. Dallo screen dei film del festival il tema maggiormente rappresentato ad Omovies é l’amore. La parola ricorrente é AMORE, da cui discende che OMOVIES é tra film festival LGBTQI italiano quello dell’amore.

Pertanto OMOVIES é un prodotto culturale che ha una sua unicità ed é questo che é emerso da questo colloquium.

Questi studi, unitamente ai materiali filmici, rappresentano il corpus vivo del festival che in tal modo si arricchisce enormemente. Questo colloquium ha mostrato l’importanza dei linguaggi come luoghi della rapprentazione non solo de Se ma anche della società contemporanea e di come da essi sia possibile porre l’attenzione della comunità scientifica sulle libertà e sulle loro forme espressive.

Il superamento delle barriere linguistiche ha determinato la dimensione ideale per sviluppare il concetto del superdiversity, luogo al di là del concetto stesso di Diversity pop o di rappresentazione e costruzione della differenza divenendo in questo modo pira contemporaneità.