il Gala dei Giovani e delle Scuole – Omovies@school

il Gala dei Giovani e delle Scuole – Omovies@school

Le giurie del festival Omovies@school hanno attribuito i due premi distinti per sezione: Academy Awards, premio Andrea Spezzacatena che è andato al cortometraggio “Uppercut” della regista francese Lara Pinta e il premio della giuria YOUNG, composta da studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado d’Italia, andato al cortometraggio fiction “Moonbow” dello spagnolo Andoni Gonzales. Il Gala di premiazione, al teatro Sannazaro di Napoli allestito con i colori del Rainbow, è stato presentato da Carlo Cremona e Marco Taglialatela, rispettivamente direttore artistico e coordinatore del concorso. In platea e nei palchetti parte degli studenti coinvolti nelle giurie provenienti dagli istituti Francesco Saverio Nitti di Portici, “G. B. Vico”, “Sauro Errico Pascoli”, il “Ristori” e il “Miraglia – Sogliano” di Napoli. Tra le altre scuole coinvolte nel progetto anche il “Nizzola” di Trezzo sull’Adda in provincia di Milano e il “Baccelli” di Tivoli. Il Festival si è aperto con un minuto di silenzio alla memoria di “Orlando Merenda” suicida a 18 anni il giorno prima a Torino. Molti gli ospiti in sala intervenuti dal palco, tra essi i testimonial Arturo Puoti, vittima napoletana di bullismo ed ispiratore dell’associazione ARTUR presieduta dalla prof. Maria Luisa Iavarone ed in collegamento Skype Alba con il papà Luca Trapanese. Collegamenti da tutto il mondo, da NYC USA la giornalista e componente di giuria Angela Vitaliano, oltre ai registi vincitori tra cui Lara Pinta (Francia) che ha ricevuto simbolicamente come riconoscimento l’opera in carta pesta del maestro Pasquale Manzo raffigurante i pantaloni rosa, in memoria di Andrea Spezzacatena 15enne morto suicida per bullismo e conosciuto come “il ragazzo dai pantaloni rosa”, a cui il premio del festival è dedicato. “Abbiamo pienamente realizzato la mission del festival sia per le scuole coinvolte che per i Paesi raggiunti dal festival. È stato emblematico osservare come le due giurie, quella tecnica composta da adulti tra esperti e docenti del Premio Andrea Spezzacatena e quella di studenti e studentesse, giuria Young, abbiano scelto due opere filmiche con tematiche diverse: quella degli adulti ha premiato un’opera il cui tema è la violenza di genere, mentre la Young Academy ha premiato un’opera che tratta il tema della famiglia monoparentale, con una adolescente transgender ed il suo rapporto con il padre e la scuola. Il successo dell’iniziativa, e stato sottolineato dall’interesse dei e delle Presidi che hanno dichiarato il loro impegno nelle scuole partendo dalla cultura e dal cinema, temi già presenti nelle scuole e motivo di frustrazione e depressione tra gli studenti. Questi sono i motivi per cui proseguire questo progetto con quante più scuole possibili soprattutto dalla Campania, Regione sede della legge contro sia contro l’omo-transfobia e contro la violenza di genere, perché avanguardia culturale nazionale. Con Omovies@school si completa l’offerta cinematografica su questi temi già trattati dal Giffoni Film Festival e il Marano Spot Festival da sempre esempi di eccellenza e di riferimento per me” ha dichiarato Cremona. Evento speciale la proiezione in anteprima assoluta del cortometraggio “A modo mio” di Danilo Rovani con protagonisti Cosimo Alberti e Denise Capuano, prodotto da A.P.S. i Ken ONLUS ed Itinerari di Napoli, ispirato ad un fatto di cronaca nera nel Parco Verde di Caivano, alla storia di Maria Paola Gaglione a cui Omovies@school è dedicato. Questo film di una poetica struggente e malinconica, ha ricevuto un importante consenso di sala che ha avvolto gli attori, i registi ed ha entusiasmato le produzioni coinvolte. Il film ora dovrà girare i festival di tutto il mondo. Il festival, che ha visto in programma una settimana di proiezioni streaming sulla piattaforma www.omoviesonline.com e workshop a cura della Scuola di Cinema di Napoli, ha coinvolto decine di docenti e centinaia di studenti dell’Università L’Orientale e dell’Università di Catania per il progetto inTRANSlation coordinati dai docenti Katherine Russo per UNIOR e Marco Venuti per UNICT e i ragazzi del Servizio Civile Universale per la selezione dei film. La prima edizione di Omovies@school è finanziata nell’ambito del “Piano Nazionale Cinema per la Scuola” promosso dal Ministero dei Beni Culturali e dal Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con il centro di ricerca interuniversitario I-LanD, l’Università di Catania, la cooperativa Fly up, L’Associazione CFCC – Coordinamento Festival Cinematrografici Campania, La Scuola di Cinema di Napoli, e l’Associazione A.R.T.U.R, con il patrocinio di Amesci, dell’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), dell’Università Federico II di Napoli e del Forum dei giovani della Campania.

 

Follow me!

Segreteria Omovies OFF

PAGE TOP